Avatar utente
xilef
Contributing Member
Messaggi: 1468
Iscritto il: 29 aprile 2014, 15:57
Sistema: MicroFourThirds

Re: Perché Fujifilm?

22 maggio 2017, 23:11

Io ho una riflessione forse un po' sciocca.

Mi è capitato di vedere ultimamente la gx8 e la gx80 di Tino84. Gran belle fotocamere, un bel passo in avanti rispetto la mia E-M10 old.
Aggiornarmi però non è gratuito, ma ha un costo, non trascurabile.
Ora mi chiedo perché come amatore devo rincorrere sempre l'ultima novità, non mi posso accontentare di spremere l'oggetto che ho. Non era forse adeguato quando è uscito? Una volte non sarebbe stata una virtù saper sfruttare al meglio quello che si ha? Che differenza con oggi che ci si disfa spesso di strumenti che nemmeno abbiamo avuto il tempo di conoscere fino in fondo.
Perché pongo questa domanda su me stesso? Perché vedo che sono immerso in un mondo che ci propone costantemente l'idea che io valgo e per questo devo ambire sempre al meglio. E qual è il meglio? Guarda caso è il nuovo oggetto nuovo di pacca!

Leggevo questa brevissima riflessione di qualche tempo fa di un tipo che scrive su un altro forum e che è anche un buon fotografo:
http://www.photocommunity.qtp.it/entry. ... del-meglio

e sinceramente mi sento di condividerla.

Boh, scusate la sciocca intromissione.
Olympus E-M10 mkI, Panasonic GH1, Panasonic GX7, Lumix 7-14, Lumix 14-45, Leica 25mm, Sigma 60mm, Lumix 45-175

Se adopera spesso l'Anello per rendersi invisibile, sbiadisce: infine diventa permanentemente invisibile
e cammina nel crepuscolo sorvegliato dall'oscuro potere che governa gli Anelli. (J.R.R. Tolkien)

Avatar utente
McNex
Contributing Member
Messaggi: 874
Iscritto il: 24 febbraio 2017, 14:08
Sistema: Sony Alpha (E-Mount)
Località: Pescara

Re: Perché Fujifilm?

23 maggio 2017, 11:27

xilef ha scritto:Mi è capitato di vedere ultimamente la gx8 e la gx80 di Tino84. Gran belle fotocamere, un bel passo in avanti rispetto la mia E-M10 old.
Aggiornarmi però non è gratuito, ma ha un costo, non trascurabile.
Ora mi chiedo perché come amatore devo rincorrere sempre l'ultima novità, non mi posso accontentare di spremere l'oggetto che ho.


Credo che sia una "malattia" del tutto normale per alcune persone, indipendentemente dall'essere fotoamatori o professionisti, ed anche qui dipende molto dal genere fotografico in cui si lavora. Tendenzialmente molte persone non sfruttano affatto l'attrezzatura posseduta, ma non resistono al desiderio di comprare il nuovo modello con la scusa che possa migliorare le proprie fotografie, ma in realtà con la segreta consapevolezza di volere il nuovo giocattolo o il nuovo status symbol. C'è stata una fase del digitale in cui acquistare il nuovo corpo era davvero la svolta dal punto di vista della qualità e del rumore alle alte sensibilità, lasciamo perdere le prestazioni velocistiche, ma ora, pur migliorando notevolmente le prestazioni (vedi la Sony A9), dal punto di vista di qualità dell'immagine non cambia nulla (con la Sony A9 non scattare foto di architettura o paesaggio migliori di quelle che scatto adesso con la A99 o la A7 II). Se non si fotografa in condizioni estreme, non cambia nulla, come non cambiava nulla - ai tempi della pellicola -, l'anno in cui la Contax 139 fu sostituita dalla Contax 159 e la Nikon FE dalla FE2. Le vere novità erano nel tempo di scatto più veloce al posto del classico 1/1000 ed il sincroflash a 1/250 anziché ad 1/125. A parte questo, non c'era nulla che potesse permettere di scattare fotografie migliori. Le pubblicità dell'epoca mostravano le foto delle eliche degli aerei congelate grazie al tempo di scatto di 1/4000 (o era 1/8000?), ma credo di non aver mai usato tempi più veloci di 1/500 in tutta la mia vita, tantomeno il flash in pieno sole.
Quello che ho sempre sostenuto e continuo a sostenere, è di cambiare l'attrezzatura quando ormai va stretta: se devo rinunciare alla maggior parte delle mie foto perché l'attrezzatura non me lo permette, è ora di fare un passo in avanti (a parte, ovviamente, se la vecchia attrezzatura inizia a dare problemi per l'età. L'affidabilità è un altro motivo per cui cambio auto, fotocamera, computer, etc...).
Credo di aver spremuto ogni cosa in mio possesso, riuscendo così a godere appieno del nuovo modello.

xilef ha scritto:Non era forse adeguato quando è uscito? Una volte non sarebbe stata una virtù saper sfruttare al meglio quello che si ha? Che differenza con oggi che ci si disfa spesso di strumenti che nemmeno abbiamo avuto il tempo di conoscere fino in fondo.


La parte finale è perfetta, mentre la parte iniziale è discutibile. Dipende dall'attrezzatura di cui si parla e dalle necessità. Una fotocamera digitale può diventare facilmente inadeguata oggi: io cambiai di corsa la mia Sony A700, una bella reflex APS-C, quando vidi che ottenevo foto di migliore qualità con la NEX-5, ma persino la compattina Sony di mia moglie scattava foto migliori in poca luce e, per "poca", intendo quella in un normale ristorante durante la cena con gli amici. Anche a 100 ISO la A700 perdeva clamorosamente con la NEX-5 ed il passo alla A99 fu indispensabile.

xilef ha scritto:Perché pongo questa domanda su me stesso? Perché vedo che sono immerso in un mondo che ci propone costantemente l'idea che io valgo e per questo devo ambire sempre al meglio. E qual è il meglio? Guarda caso è il nuovo oggetto nuovo di pacca!


Vabbe', ma se sai di valere fatti apprezzare per ciò che fai e non per ciò che possiedi! ;)
Chiunque può comprarsi una Leica, ma pochi ci scattano ottime fotografie.
Rino

Life is too short to be afraid
Sony A, Sony E, Sigma Foveon

Torna a “Consigli per gli acquisti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite