Avatar utente
nkg83
Contributing Member
Messaggi: 984
Iscritto il: 7 giugno 2014, 17:11
Sistema: MicroFourThirds

Re: Il FOVEON, questo sconosciuto...

22 settembre 2016, 1:01

Grazie @genesi e grazie Antonello, non mi spiegavo perché Sigma rimanesse arretrata su questi aspetti, ora mi è più chiaro
Peccato, una macchina con foveon e buone prestazioni AF e alti ISO potrebbe sbaragliare la concorrenza.
Nico

Avatar utente
Sardosono
Mod
Messaggi: 1659
Iscritto il: 24 giugno 2014, 14:18
Sistema: CSC di vari sistemi
Località: Sardegna
Contatta: Sito web

Re: Il FOVEON, questo sconosciuto...

22 settembre 2016, 2:26

nkg83 ha scritto:Peccato, una macchina con foveon e buone prestazioni AF e alti ISO potrebbe sbaragliare la concorrenza.

LOL, certo, ma è come dire che una Ferrari che consumasse poco e costasse come una utilitaria si venderebbe come il pane!!!

A parte gli scherzi, guarda però che il problema per gli alti ISO è solo cromatico: con un Merrill fai un bianco e nero a 6400 ISO che è una favola (con una grana da pellicola "secca" pulita e naturale) che qualunque mosaico si sogna e che non c'è modo di ottenere in post-produzione, non c'è plug-in che tenga. Inoltre, anche l'autofocus non è che sia una lumaca, semplicemente non può raggiungere le prestazioni top di alcune reflex. Ma col Foveon ci fanno di tutto, dai matrimoni alla foto sportiva, e persino caccia fotografica. Certo però che ci vuole manico da parte del fotografo, sicuramente non può farci caccia fotografica un principiante, questo è poco ma sicuro.

Insomma, non bisogna neanche sopravvalutare questi problemi. Le immagini qui sotto sono di Andreas Knausenberger (un fotografo tedesco famoso appunto per la caccia fotografica), sono fatte con SD1 Merrill e tutte ad alti ISO per via della necessità di mantenere un breve tempo di scatto. Purtroppo non sono a piena risoluzione, ma se le apri separatamente una per una vedrai che anche così piccole rendono bene l'idea.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Antonello

"Congelare in una foto l'istante effimero ci permette di estrarlo dall'eternità, non tanto o non soltanto per documentarlo, quanto soprattutto per poterlo ammirare" - A.S.

"Che giova all'uomo se guadagna il mondo intero e poi perde la propria anima?" --- Marco 8,36

Avatar utente
McNex
Contributing Member
Messaggi: 874
Iscritto il: 24 febbraio 2017, 14:08
Sistema: Sony Alpha (E-Mount)
Località: Pescara

Re: Il FOVEON, questo sconosciuto...

29 giugno 2018, 19:55

Tino84 ha scritto:@McNex:
Eh no, mica adesso te la cavi così :-P
Io è da parecchio che punto ad una Sigma, ma la dp era troppo “compatta” per i miei gusti, ma non vorrei nemmeno avventurarmi sulle nuove quattro.
Le vecchie sd 9 e 10, se non addirittura la 14 le vendono a prezzi interessanti: quello che vorrei capire, avendo Sigma mantenuto la baionetta, i corpi in cosa si differenziano? Semplice avanzamento tecnologico? Pesi e ingombri? (Che poi mi pare di capire che il design mirrorrlessiano della quattro abbia comunque un volume occupato di tutto rispetto)


Sigma ha mantenuto la baionetta che adoperava dalle fotocamere a pellicola, quindi è una baionetta abbondante, atta ad ospitare la pellicola 24x36 e, oggi, il full frame. Anche il tiraggio del corpo era di dimensioni adeguate per una reflex full frame con relativi obiettivi e lo è ancora a prescindere dal fatto che le ultime sd Quattro siano mirrorless e quindi, come ha fatto Sony con le sue mirrorless rispetto alle reflex di derivazione Minolta, i corpi si potrebbero assottigliare e permettere la compatibilità con tutte le ottiche esistenti al mondo. Questa cosa è, infatti, contestata da molti, soprattutto quelli che amano adoperare ottiche Vintage e vorrebbero adoperarle sulle sd Quattro, ma capisco ed apprezzo la scelta di Sigma di mantenere la compatibilità con il passato e, soprattutto, consapevole delle rogne che le vecchie ottiche (anche blasonate) possono dare sui moderni sensori, ha preferito lasciar perdere. Io mi prendo tutte le rogne del Foveon perché voglio la massima qualità e posso ottenerla solo a 100 ISO con ottiche eccellenti studiate per il sensore e con una MAF perfetta (a che serve un'ottica nitida se poi la MAF non è precisa?). In particolare le ottiche grandangolari (le mie preferite), danno molti problemi sui sensori (anche sulle Sony A7), quindi la situazione non sarebbe così idilliaca come potrebbe sembrare oltre al fatto che Sigma vuole vendere i suoi obiettivi.

Ma siamo tutti diversi e sono diversi i motivi per cui acquistiamo le macchine fotografiche. :-)

Comunque le ottiche vite e quelle Pentax K ce le puoi montare e, con lievi modifiche, anche quelle Contax/Yashica. Mi pare che ci sia a sufficienza per mantenere un discorso di alto livello. Per divertirsi con le ottiche Vintage credo che convenga senz'altro comprare una Sony A7 anziché una Sigma sd Quattro H che avrebbe comunque un fattore di crop.

Da cosa si differenziano le vecchie Sigma dalle nuove? I motivi sono gli stessi del Bayer: crescita del sensore, maggiore risoluzione e miglioramenti costanti altrimenti staremmo ancora a fotografare con le prime digitali.Le dimensioni ed il peso sono sempre stati consistenti, anche quelli della sd Quattro. Se vuoi qualcosa di piccolo e leggero devi prendere le dp (le compatte di casa Sigma, ma non hanno ottiche intercambiabili). I dettagli, se t'interessano, puoi leggerli nel sito Sigma. Sulla maggiore risoluzione delle ultime Sigma ci sono diverse tendenze e opinioni, c'è chi osanna i vecchi sensori con minore risoluzione e fotodiodi di dimensioni maggiori, chi preferisce la resa cromatica di alcuni modelli anziché altri, ed io preferisco - come equilibrio generale per poterci lavorare ed essere sicuro di ciò che porto a casa - la recente generazione Quattro.

Se vuoi provare l'esperienza del Foveon, una sd 14 o 15 possono andare benissimo per capire se il Foveon può essere l'amore della tua vita, ma i modelli precedenti sono ormai obsoleti e solo se li trovi a pochissimo.
Rino

Life is too short to be afraid
Sony A, Sony E, Sigma Foveon

Avatar utente
McNex
Contributing Member
Messaggi: 874
Iscritto il: 24 febbraio 2017, 14:08
Sistema: Sony Alpha (E-Mount)
Località: Pescara

Re: Il FOVEON, questo sconosciuto...

30 giugno 2018, 11:57

A mio modesto parere, nato dall'osservazione di tanti amici che si sono avvicinati al Foveon comprando vecchi modelli, questa scelta può essere un buon modo per conoscere il Foveon, ma anche un ottimo modo per odiarlo. Gli esperti vecchi utilizzatori trovano indiscutibili pregi anche in quei modelli, ma - appunto - sono esperti e sanno sfruttarle in maniera opportuna: chi prende in mano per la prima volta una sd9 (la mia prima Sigma con il Foveon!) o una sd10, probabilmente concluderà che la qualità non è male, ma si tratta di fotocamere inusabili, bizzose, incostanti, incapaci di mettere a fuoco, con le batterie che durano quanto un rullino fotografico e, alla fine, nulla di fantastico rispetto ad una moderna fotocamera di Bayer con la quale si fa tutto, con grande facilità ed a tutte le sensibilità.

Questa è una fotina scattata l'altro ieri con la compatta dp3 Quattro senza aggiunta di saturazione o contrasto: è una giornata estiva di sole alle ore 11.30. Non è solo la nitidezza che traspare anche dalla piccola JPG, ma la resa generale che con il Foveon continua ad essere speciale (io dico sempre "da diapositiva Kodachrome", ma mi rendo conto che ormai questo significhi ben poco per le nuove generazioni).

DP3Q0228SPP1500.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Rino

Life is too short to be afraid
Sony A, Sony E, Sigma Foveon

Avatar utente
xilef
Contributing Member
Messaggi: 1468
Iscritto il: 29 aprile 2014, 15:57
Sistema: MicroFourThirds

Re: Il FOVEON, questo sconosciuto...

30 giugno 2018, 12:54

È così, confermo sulla mia pelle quello che dici.
La mia abilità fotografica non è elevata, ma tutto sommato le foto con la pellicola, le dia e l’AF manuale venivano fuori.
Gli AF poco performanti Sigma mi hanno messo più in difficoltà della focheggiatura manuale con l’astigmometro.
Olympus E-M10 mkI, Panasonic GH1, Panasonic GX7, Lumix 7-14, Lumix 14-45, Leica 25mm, Sigma 60mm, Lumix 45-175

Se adopera spesso l'Anello per rendersi invisibile, sbiadisce: infine diventa permanentemente invisibile
e cammina nel crepuscolo sorvegliato dall'oscuro potere che governa gli Anelli. (J.R.R. Tolkien)

Avatar utente
McNex
Contributing Member
Messaggi: 874
Iscritto il: 24 febbraio 2017, 14:08
Sistema: Sony Alpha (E-Mount)
Località: Pescara

Re: Il FOVEON, questo sconosciuto...

30 giugno 2018, 13:01

xilef ha scritto:È così, confermo sulla mia pelle quello che dici.
La mia abilità fotografica non è elevata, ma tutto sommato le foto con la pellicola, le dia e l’AF manuale venivano fuori.
Gli AF poco performanti Sigma mi hanno messo più in difficoltà della focheggiatura manuale con l’astigmometro.


Aggiungo che, quando scattavi una dia correttamente esposta ed a fuoco, passavi il rullino al fotolaboratorio e la storia era finita: se era andato tutto bene e non te le graffiavano, ti godevi le tue dia. Con il digitale c'è di mezzo il passaggio della postproduzione a cura dell'utente (grande vantaggio pe rme che mi sono affrancato dai fotolaboratori, ma una rogna per tanti altri), quanto mai lento e farraginoso con i primi Sigma Photo Pro (non che oggi sia un mostro di praticità e velocità, ma al confronto sono rose e fiori). Con la generazione Quattro ci si può anche accontentare delle ottime JPG in camera, è vero, ma comunque riuscire ad ottimizzare lo sviluppo dell'X3F non è roba da poco per chi è agli inizi. All'ultimo incontro Foveon c'erano alcuni fotografi Foveon molto bravi, ma comunque non riuscivano a tirar fuori il meglio dei file con Sigma Photo Pro, operazione che sembra elementare a chi la sa fare, ma non è così.
Rino

Life is too short to be afraid
Sony A, Sony E, Sigma Foveon

Avatar utente
xilef
Contributing Member
Messaggi: 1468
Iscritto il: 29 aprile 2014, 15:57
Sistema: MicroFourThirds

Re: Il FOVEON, questo sconosciuto...

30 giugno 2018, 14:04

Sviluppare bene, non so se è una questione di inizi o meno, penso più che sia una questione di atteggiamento. C'è chi si mette davanti al PC, con calma e pazienza e cerca di tirare fuori il massimo dal file, chi non ce la fa, si spazientisce e passa ad altro.

Da insegnante, vedo studenti che sono dotati, ma non gli interessa approfondire, dimostrare un teorema, andare a fondo di una certo argomento, quando arriva alla superficie e gli basta per andare avanti si accontenta. Ci sono altri che invece si mettono lì come formichine e macinano piano piano cercando di non dar per scontato niente.
Olympus E-M10 mkI, Panasonic GH1, Panasonic GX7, Lumix 7-14, Lumix 14-45, Leica 25mm, Sigma 60mm, Lumix 45-175

Se adopera spesso l'Anello per rendersi invisibile, sbiadisce: infine diventa permanentemente invisibile
e cammina nel crepuscolo sorvegliato dall'oscuro potere che governa gli Anelli. (J.R.R. Tolkien)

Tino84
Contributing Member
Messaggi: 1052
Iscritto il: 31 ottobre 2014, 12:45
Sistema: Sony Alpha (E-Mount)
Portfolio fotografico: http://dayviews.com/tino84/

Re: Il FOVEON, questo sconosciuto...

30 giugno 2018, 18:04

McNex ha scritto:A mio modesto parere, nato dall'osservazione di tanti amici che si sono avvicinati al Foveon comprando vecchi modelli, questa scelta può essere un buon modo per conoscere il Foveon, ma anche un ottimo modo per odiarlo. Gli esperti vecchi utilizzatori trovano indiscutibili pregi anche in quei modelli, ma - appunto - sono esperti e sanno sfruttarle in maniera opportuna: chi prende in mano per la prima volta una sd9 (la mia prima Sigma con il Foveon!) o una sd10, probabilmente concluderà che la qualità non è male, ma si tratta di fotocamere inusabili, bizzose, incostanti, incapaci di mettere a fuoco, con le batterie che durano quanto un rullino fotografico e, alla fine, nulla di fantastico rispetto ad una moderna fotocamera di Bayer con la quale si fa tutto, con grande facilità ed a tutte le sensibilità.


Eh, questo è anche un altro bel dubbio in effetti, però a guardare su ebay una sd9-10 la trovi sui 100€, la sd14 viene qualcosa in più, ma sempre cifre abbordabili per cominciare
Magari andando di MF si aggirano i problemi di AF? O necessita maggior precisione rispetto al Bayer?

La dp4 mi piace molto come design, peccato che per me fotografia=mirino, quindi la scarto a priori

Avatar utente
McNex
Contributing Member
Messaggi: 874
Iscritto il: 24 febbraio 2017, 14:08
Sistema: Sony Alpha (E-Mount)
Località: Pescara

Re: Il FOVEON, questo sconosciuto...

30 giugno 2018, 19:09

Tino84 ha scritto:Eh, questo è anche un altro bel dubbio in effetti, però a guardare su ebay una sd9-10 la trovi sui 100€, la sd14 viene qualcosa in più, ma sempre cifre abbordabili per cominciare
Magari andando di MF si aggirano i problemi di AF? O necessita maggior precisione rispetto al Bayer?


Sì, necessita di maggiore precisione rispetto al Bayer, ma chi ha la vista buona ci riesce benissimo anche senza dover diaframmare, usare l'iperfocale o altri trucchi. Io non ho la vista buona e non faccio testo, oltre al fatto che mi piace adoperare i buoni obiettivi F/1.4 anche a tale valore.
Rino

Life is too short to be afraid
Sony A, Sony E, Sigma Foveon

Avatar utente
xilef
Contributing Member
Messaggi: 1468
Iscritto il: 29 aprile 2014, 15:57
Sistema: MicroFourThirds

Re: Il FOVEON, questo sconosciuto...

2 luglio 2018, 1:21

Ciao Tino,

mentre i commenti di Rino sono quelli di una persona che usa proficuamente il Foveon, i miei sono quelli di una persona che ne apprezza complessivamente le caratteristiche, ma che ci ha sbattuto un po' il grugno per il momento e non è riuscito a dominarlo, per dirla alla Sardo, non è risuscito del tutto a far di necessità virtù con questo sistema.

Avendo avuto dp1x, dp2x e sd15, posso dirti alcune cose.

Dp1x e dp2x sono eccellenti, rare da trovare, molto piccole. La mia difficoltà principale con queste macchine è stato il display un po' risicato, che soprattutto all'aperto rende l'inquadratura un po' una lotteria. La dp1 è un 28mm equivalente f4, perciò inutilizzabile al chiuso, è una fotocamera da panorami o foto ricordo all'aperto. La dp2x è un 41mm f2.8. Perciò è un po' più versatile. Conservo delle belle foto anche al chiuso, con dei colori meravigliosi, mi colpisce tanto soprattutto il rosso, ad esempio: viewtopic.php?f=71&t=2262&hilit=dp2x#p34417
A trovare la dp2x forse la riprenderei ma la correderei di un mirino ottico da montare sulla slitta del flash.
Le dp1/2/3 Merril sono più grandi perché hanno il sensore leggermente più grande e l'ottica non collassabile. Per alcuni sono le migliori attualmente.
Io personalmente però sono attirato più dall'ergonomia complessiva e dai colori delle nuove dp quattro. Sono più moderne e forniscono dei files incredibili, anche in Jpeg. La SD per pareggiare il conto col la DP deve essere corredata di una buona ottica, ma ingombrante: http://www.promirrorless.it/pro-foto/si ... p2-quattro

La SD15 che ho avuto ha esattamente lo stesso sensore delle dp1x e dp2x. Con le ottiche zoom che avevo non sono mai riuscito ad avere gli stessi risultati che avevo con la piccola dp2x. La SD15 è una fotocamera reflex splendidamente costruita, ma pesante, con un bello scatto soft. Il Jpeg è buono, ma ottenevo una facilità nel bruciare le luci alte incredibile, per questo è prudente usare il raw, lentissimo a registrare. Devi tener conto che tra fotocamera e lente il peso si fa sentire ed è ben lontano da quello di una gx80 con un fisso. Anche le altre reflex sono pesanti. Le più vecchie SD9/10 hanno uno scatto non esattamente felpato. Le nuove Quattro sono un po' più leggere e moderne, però restano sempre molto ingombranti rispetto gli oggetti a cui sei abituato.
Olympus E-M10 mkI, Panasonic GH1, Panasonic GX7, Lumix 7-14, Lumix 14-45, Leica 25mm, Sigma 60mm, Lumix 45-175

Se adopera spesso l'Anello per rendersi invisibile, sbiadisce: infine diventa permanentemente invisibile
e cammina nel crepuscolo sorvegliato dall'oscuro potere che governa gli Anelli. (J.R.R. Tolkien)

Torna a “Consigli per gli acquisti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite