Avatar utente
nkg83
Contributing Member
Messaggi: 984
Iscritto il: 7 giugno 2014, 17:11
Sistema: MicroFourThirds

Acquisto primo Mac. Si no, perché?

27 settembre 2016, 23:32

Il mio glorioso portatile ha voglia di pensione e vorrebbe un giovane e valido sostituto.
Doverosa premessa: non ho in casa uno spazio tutto mio per il classico PC.

Le opzioni potrebbero essere 2 o forse 3:

1)Ottimo notebook, magari 17 pollici IPS. Finito il lavoro lo chiudo e posso dimenticarlo sopra il mobile della sala. Pratico e funzionale ma costoso.

2) Mac, per me un mondo nuovo e che conosco solo parzialmente. Abbastanza pratico (all in one) costoso ma credo possa garantire anni di utilizzo

3) PC all in one. Abbastanza pratico

4) accetto proposte alternative :)

Che faccio?
Ultima modifica di nkg83 il 29 settembre 2016, 7:24, modificato 1 volta in totale.
Nico

Tino84
Contributing Member
Messaggi: 1055
Iscritto il: 31 ottobre 2014, 12:45
Sistema: Sony Alpha (E-Mount)
Portfolio fotografico: http://dayviews.com/tino84/

Re: Acquisto primo Mac. Si no, perché?

28 settembre 2016, 15:13

Si perché ha la stabilità e l'efficienza di un sistema unix-like, sono assemblati bene e mantengono il valore nel tempo.
No se non sei abituato al concetto di ecosistema chiuso o non hai tempo e pazienza per adattarti.

Esattamente il pc a cosa ti serve? Web e posta elettronica? Editing di foto? Archiviazione?

Avatar utente
nkg83
Contributing Member
Messaggi: 984
Iscritto il: 7 giugno 2014, 17:11
Sistema: MicroFourThirds

Re: Acquisto primo Mac. Si no, perché?

28 settembre 2016, 15:49

Tino84 ha scritto:Si perché ha la stabilità e l'efficienza di un sistema unix-like, sono assemblati bene e mantengono il valore nel tempo.
No se non sei abituato al concetto di ecosistema chiuso o non hai tempo e pazienza per adattarti.

Esattamente il pc a cosa ti serve? Web e posta elettronica? Editing di foto? Archiviazione?


Fondamentalmente per navigazione web e lavoro sulle foto.
Sto anche pensando che all'occorrenza potrei usarlo ( poco) come seconda tv di casa visto che ne abbiamo solo una ma sinceramente non so nemmeno se sia possibile :)

L'ecosistema chiuso non è un problema la componentistica hardware non aggiornabile invece mi preoccupa di più.
al momento del l'acquisto e per diversi anni la macchina sarà sicuramente fluida ma potrà rimanere tale con il solo disco fisso Classico da 5400 e 8 giga di ram non espandibili?
Nico

Avatar utente
xilef
Contributing Member
Messaggi: 1468
Iscritto il: 29 aprile 2014, 15:57
Sistema: MicroFourThirds

Re: Acquisto primo Mac. Si no, perché?

28 settembre 2016, 16:47

Sono circa 20 anni che posseggo dei pc in una qualche forma.
Con i vari windows 98, me, 2000, xp ho patito abbastanza l'instabilità, soprattutto a causa divirus, malware, ..., pur cercando di avere cautela. Gli Windows moderni hanno molto migliorato la stabilità del siatema e le famose schermate blu sono molto rare.

Successivamente ho usato linux, molto stabile, aperto, ricco di software open-source, ma privo di alcuni programmi chiave tant'è che il dual-boot era praticamente obbligato.

Da 4 anni circa ho acquistato prima l'imac ed ora anche l'air. Ho fatto fatica ad abituarmi. Per uno come me abituato a fare per anni le cose in un certo modo, usando dei programmi che mi hanno accompagnato per un ventennio talmente buono era il lavoro che svolgevano, cambiare modo di operare è stato faticoso.

Devo dire che ora sono contento, alcuni strumenti di sistema come il time-machine sono fenomenali, tutto funziona, è stabile, è bello.
L'hardware è costruito meglio, i gusci esterni sono una soddisfazione per gli occhi, il tatto e sono molto robusti.
Non tornerei indietro e anche se Windows /Linux ce l'ho ancora sullo Yoga, quando mi metto sull'Air lavoro con più piacere.
C'è una differenza di prezzo a parità di componenti interni, ma per me vale il fatto di avere dei gusci più belli robusti ed ergononici e un sistema operativo più curato e sintonizzato sull'hardware sottostante.

Tutto imho ovviamente!
Olympus E-M10 mkI, Panasonic GH1, Panasonic GX7, Lumix 7-14, Lumix 14-45, Leica 25mm, Sigma 60mm, Lumix 45-175

Se adopera spesso l'Anello per rendersi invisibile, sbiadisce: infine diventa permanentemente invisibile
e cammina nel crepuscolo sorvegliato dall'oscuro potere che governa gli Anelli. (J.R.R. Tolkien)

Avatar utente
Sardosono
Mod
Messaggi: 1659
Iscritto il: 24 giugno 2014, 14:18
Sistema: CSC di vari sistemi
Località: Sardegna
Contatta: Sito web

Re: Acquisto primo Mac. Si no, perché?

29 settembre 2016, 0:03

La mia opinione non fa testo e non ti può essere di nessuna utilità né di di riferimento (cosa che ti sarà chiara alla fine del mio sproloquio!), ma la scrivo lo stesso, più che altro come curiosità ed anche perché altrimenti non si capirebbe come mai proprio io non mi esprima sull'argomento.

La mia visione degli strumenti di elaborazione è profondamente dipendente dal fatto di essere un informatico puro della prima era (dal 1976), che tra le altre cose progetta e scrive algoritmi ottimizzati in prevalenza direttamente in codice macchina, oggi come allora (per capirci, direttamente in linguaggio assembly). In questo momento nel mio piccolo studio, sopra e intorno alla mia scrivania ci sono ben sei computer, tutti recenti tranne uno, su alcuni dei quali girano o sono pronti a girare o devono poter girare all'occorrenza anche dozzine di differenti sistemi operativi, in modo indipendente ed autonomo (niente dual boot o emulazioni). Ho necessità di poter accedere alle più recondite funzionalità di ogni mio sistema operativo e la configurazione a regola d'arte di ogni nuovo sistema è una operazione lunga e noiosa (spesso non bastano due giornate intere di lavoro). Pertanto, una volta installato e messo a punto, di norma ne faccio una immagine integrale e da quel momento in poi non lo installo più, ma mi limito a clonare l'immagine ottenendo una installazione fresca, già perfettamente configurata e pronta all'uso in cinque minuti (su SSD anche meno). Per me sarebbe impensabile dover reinstallare da zero ogni sistema, considerando che in particolari occasioni potrei dover reinstallare anche una decina di volte in un solo giorno.

Tutto ciò premesso, su nessuno dei miei computer ho installato OSX. Le ragioni sono fondamentalmente quattro:

  1. per scelta intenzionale della Apple, OSX è quanto di peggio ci possa essere per lavorare a livello di codice macchina
  2. per scelta intenzionale della Apple, OSX è di fatto inaccessibile come sistema operativo (a livello di controllo delle funzionalità del kernel)
  3. come conseguenza dei suddetti due punti, i driver per le periferiche non standard sono sostanzialmente inesistenti
  4. come conseguenza dei primi due punti, è di fatto impraticabile la clonazione del sistema installato (almeno per come serve a me)
Uno solo dei punti precedenti sarebbe da solo sufficiente a rendere OSX professionalmente inutilizzabile per le mie esigenze, ma con tutti e quattro insieme neanche un masochista userebbe OSX. Si arriva al paradosso che se dovessi sviluppare codice proprio per OSX lo farei comunque sotto Windows oppure sotto BSD, ma certo non sotto lo stesso sistema target (e infatti quasi tutti fanno così, perché nessuno è disposto a sprecare inutilmente il proprio tempo).

E' chiaro, quindi, che chiedere a me cosa ne penso di OSX è del tutto inutile, perché per me è come se non esistesse. A titolo di curiosità: qualcuno potrebbe cercare di smentirmi pubblicando dei miei screenshot che "dimostrerebbero" che uso regolarmente OSX, ma in realtà sono tutti presi sotto Windows: quando mi voglio rilassare talvolta mi diverto a fare un modding integrale dell'interfaccia utente di windows, e la mia preferita è quella che riproduce al meglio il look di qualche vecchia versione di OSX. ;)

Lo ammetto volentieri: dal punto di visto estetico questo sistema è sempre molto bello ed assai più gradevole di windows. Tuttavia, devo ammettere anche che per un normale utente questo sistema possa essere più attraente di windows anche nell'uso pratico, per via dei tanti "confezionamenti" di molte funzionalità, che certamente semplificano la vita dell'utente (ma parimenti complicandola ad uno come me, fino a portarmi al rigetto allergico del sistema).

Detto per inciso, la stessa posizione che ho nei confronti di OSX vale anche per Chrome OS, che per ragioni sostanzialmente analoghe (anche se non identiche) non prendo in considerazione neanche morto, perché in entrambi i casi i loro limiti sono assolutamente inaccettabili per me. Ma anche Chrome OS potrebbe un domani (non oggi, siamo ancora molto lontani) diventare una buona scelta per una certa fascia d'utenza.

In conclusione, come vedi la mia opinione non ti è di nessuna utilità per la tua scelta, perché mi è pressoché impossibile mettermi nei panni di una fascia d'utenza che non ho mai indossato in tutta la mia vita. Quindi non è che non voglio darti un qualche suggerimento, è che sono la persona meno indicata a farlo perché non sono proprio in grado. ;)
Antonello

"Congelare in una foto l'istante effimero ci permette di estrarlo dall'eternità, non tanto o non soltanto per documentarlo, quanto soprattutto per poterlo ammirare" - A.S.

"Che giova all'uomo se guadagna il mondo intero e poi perde la propria anima?" --- Marco 8,36

Avatar utente
Excel
Member
Messaggi: 353
Iscritto il: 14 aprile 2015, 16:02
Sistema: CSC di vari sistemi
Portfolio fotografico: www.moroph.eu

Re: Acquisto primo Mac. Si no, perché?

29 settembre 2016, 0:27

Ti metto sul piatto, tanto per confonderti ancor di più le idee, un'ulteriore possibilità: l'usato garantito di workstation professionali.

Prima di inorridire sappi che alcune tipologie di workstation, anche dopo 2-3 anni di funzionamento, possono essere tranquillamente considerate più affidabili di computer nuovi di fascia consumer.

Ad esempio la serie W della Thinkpad o la Celsius della Fujitsu, hanno una qualità costruttiva inarrivabile dai normali pc. Con 500-600€ puoi portarti a casa notebook con schermi buoni, i7, 8gb di ram e SSD.

L'anno scorso presi un Celsius H710 di Fujitsu con i7-2860, GPU Nvidia Quadro, 8GB di ram, 250GB di SSD, schermo 1080p di buona fattura, con doppia batteria (una mezza andata e l'altra come nuova) e doppio vano per HDD!! ... ah dimenticavo, made in Germany, dato che Fujitsu assembla le sue workstation top in giappone o germania.

Gli svantaggi di tale soluzione possono essere:

- processori di 3-4 anni fa sono un po' meno efficienti e le ventole tendono a girare molto di più con maggior rumore.
- nell'usato la batteria andrà un po' a fortuna.

Se invece hai un bel budget, intorno ai 1500€ per intenderci, workstation professionale nuova.
FOVEON: Sigma SD1 Merrill | Sigma 18-35 f1.8 ART + Sigma 24-105 f4 ART - Sigma dp1x
Ricoh GR II | GW-3 21mm f2.8
Esposimentro: Gossen Digisky
Treppiede: Gitzo GK1580TQD4

Avatar utente
nkg83
Contributing Member
Messaggi: 984
Iscritto il: 7 giugno 2014, 17:11
Sistema: MicroFourThirds

Re: Acquisto primo Mac. Si no, perché?

29 settembre 2016, 1:14

Grazie a chi ha portato la sua esperienza!

@xilef non nutro dubbi sul fatto che l'esperienza d'uso possa essere ottima ma il pensiero di non avere almeno un ssd e la possibilità di espandere la Ram su 1200€ di macchina soprattutto in ottica futura mi preoccupa.

@exel dove si acquistano queste workstation? Vorrei farmi un buon regalo quindi il budget può salire rispetto a 500 600...
Nico

Avatar utente
Sardosono
Mod
Messaggi: 1659
Iscritto il: 24 giugno 2014, 14:18
Sistema: CSC di vari sistemi
Località: Sardegna
Contatta: Sito web

Re: Acquisto primo Mac. Si no, perché?

29 settembre 2016, 1:58

Excel ha scritto:Prima di inorridire sappi che alcune tipologie di workstation, anche dopo 2-3 anni di funzionamento, possono essere tranquillamente considerate più affidabili di computer nuovi di fascia consumer.

Assolutamente sì. Anzi, arriva pure almeno a quattro/cinque anni. L'unico vecchio dei miei computer ha oltre sette anni di onorato servizio e pur con i suoi limiti ancora non sfigura con tutti gli altri, che pure anch'essi non sono certo dei normali consumer.

Inoltre, contrariamente a quanto si pensi, la velocità di clock della CPU è "quasi" irrilevante. Ciò che determina le prestazioni "velocistiche" è prima di tutto il chipset montato, che nei consumer è sempre al meglio mediocre. In particolare, dal chipset dipende la latenza del DMA (Direct Memory Access) che è la chiave di volte di tutte le prestazioni. I test che circolano sul web sono del tutto inutili e fuorvianti, perché non simulano le reale condizioni medie di lavoro e sono fatti per premiare il clock; ma di fatto è come misurare le prestazioni di un fondista sulla base dello scatto alla partenza dai blocchi: il velocista vince il test alla grande ma arriva ultimo in qualunque gara di fondo, quando il fondista si è già fatto la doccia ed ha pure cenato.

Va anche detto, però, che purtroppo la presenza di un chipset di pregio da sola non basta a garantire prestazioni elevate, perché è necessario che anche tutta l'elettronica di contorno sia adeguata, altrimenti diventa un collo di bottiglia. Purtroppo come in tutta la tecnologia, il marketing ci mette sempre il suo zampino ingannatore...
Antonello

"Congelare in una foto l'istante effimero ci permette di estrarlo dall'eternità, non tanto o non soltanto per documentarlo, quanto soprattutto per poterlo ammirare" - A.S.

"Che giova all'uomo se guadagna il mondo intero e poi perde la propria anima?" --- Marco 8,36

Avatar utente
Sardosono
Mod
Messaggi: 1659
Iscritto il: 24 giugno 2014, 14:18
Sistema: CSC di vari sistemi
Località: Sardegna
Contatta: Sito web

Re: Acquisto primo Mac. Si no, perché?

29 settembre 2016, 3:00

Se rimaniamo su piattaforma Intel/AMD ma fuori dal campo OSX, allora qualche ragionamento lo possiamo anche fare.

Se vuoi la scalabilità nel tempo di HD e RAM, unita alla minima obsolescenza delle prestazioni "reali", allora segui il suggerimento di EXCEL (aka ex genesiM43), senza avere il minimo dubbio. Se invece vuoi dare priorità alla compattezza ma con alte prestazioni e col touch incorporato, allora non posso che suggerirti il SURFACE PRO 3 della Microsoft (il PRO 4 non vale la differenza di prezzo), dato che io stesso ne ho ben due. Purtroppo, però, tutti i SURFACE nascono e muoiono con la configurazione con cui li compri: sia la RAM sia lo SSD sono saldati direttamente sulla piastra madre e non c'è quindi alcuna possibilità di espansione futura. L'unica alternativa che mi sento di suggerire per livello qualitativo, è lo HP X360, dove sono sostituibili sia la RAM sia l'hard-disk e ci sono modelli con display fino a 15", ma l'ottimo multi-touch è comunque di tipo tradizionale (mentre il SURFACE ha in realtà un doppio sandwich per il touch, quello tradizionale sopra con sotto quello per l'input di precisione, cosa che è incredibilmente meglio di qualunque tavoletta grafica, un altro pianeta).

Riassumendo: se non ti interessa l'input con penna grafica ma vuoi comunque disporre dell'uso alternativo in modalità tablet, allora meglio lo X360 del SURFACE perché è espandibile, ma se non ti interessa neanche la modalità tablet, allora di gran lunga meglio la workstation portatile.

E visto che ci siamo, ti butto lì anche una "scimmia" che ovviamente NON ti posso suggerire!
Purtroppo a te serve necessariamente un "portatile" (ossia con monitor e tastiera integrati, un vero notebook), perché se invece l'esigenza fosse quella di un "portabile" (cioè senza tastiera e monitor) allora potresti prendere in considerazione il CUBI MSI, che è un vero gioiellino, incredibilmente compatto, completamente configurabile (e quindi espandibile), con un rapporto qualità prezzo elevatissimo (costa qualcosa più degli analoghi commerciali come quello della ACER, ma non c'è paragone, come confrontare una Maserati con una Panda). Se configurato opportunamente, il CUBI può raggiungere le prestazioni di una stazione gaming di fascia medio-alta, ma concentrato in uno spazio minore di un terzo di scatola da scarpe (11.5 x 11.1 x 3.5 cm). Ovviamente non va bene per le tue esigenze, ma appunto come "scimmia" non è affatto male!....
Antonello

"Congelare in una foto l'istante effimero ci permette di estrarlo dall'eternità, non tanto o non soltanto per documentarlo, quanto soprattutto per poterlo ammirare" - A.S.

"Che giova all'uomo se guadagna il mondo intero e poi perde la propria anima?" --- Marco 8,36

Avatar utente
danielek
Contributing Member
Messaggi: 717
Iscritto il: 3 maggio 2014, 17:05
Sistema: Fujifilm X
Località: Abruzzo

Re: Acquisto primo Mac. Si no, perché?

29 settembre 2016, 10:07

Ti riporto anche la mia esperienza.

Circa due anni fa decisi di acquistare un notebook cercando di rispettare le seguenti esigenze

ssd
sistema veloce (sempre)
dimensioni contenute
sviluppo foto
sviluppo software (lavoro in .Net)

ebbene ero quasi convinto di volere un Dell XPS 13, poi però assecondando anche la mia indole geek decisi di acquistare un macbook pro 13.
Tutti i primi punti sono pienamente stati soddisfatti, l'ultimo no perché il framework .Net funziona bene, almeno per ora, solo su sistemi Windows anche se ci sono vari porting per Linux (Mono) e pare che la stessa MS abbia rilasciato una versione per OSx.

Non sto a consigliarti nulla, ti racconto solo come è andata la mia storia.

Dico solo che per mia esperienza i portatili con Windows dopo un anno mi si inchiodano sempre almeno fino a Win7 (non so cosa accada per le altre versioni dato che non le ho mai usate) mentre con OSx tutto procede come quando l'ho acceso per la prima volta.
Ci sono alcune cose che sono rese complicate, ad esempio non puoi leggere nativamente filesystem NTFS...
Daniele

Torna a “Consigli per gli acquisti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite