Avatar utente
Huntersub84
Advanced Member
Messaggi: 4241
Iscritto il: 14 aprile 2014, 14:36
Sistema: MicroFourThirds
Portfolio fotografico: http://500px.com/Mauro_P
Contatta: Google+

Zenit Helios-44 series

10 maggio 2015, 10:57

Mi sono avvicinato a questa famiglia di obiettivi da 58mm nel momento in cui mi sono affacciato al m4/3 con la mia prima GX1 Panasonic. Possedevo in casa da svariati anni una Zenit ET, equipaggiata con un 44M-4 58mm f2. Fatta qualche ricerca nel Web, scopro il famoso fenomeno dello “swirly bokeh”, cioè il caratteristico effetto "vorticante" dello sfocato in tutti gli obiettivi Helios-44. Colto da un raptus di curiosità, ordino immediatamente dalla lontana Asia un adattatore dedicato a questo attacco M42 a vite > m4/3, il quale mi permise di provare questa lente solo qualche settimana dopo.

Cenni storici

Le macchine fotografiche Zenit sono note in tutta Europa come alternativa economica della reflex 35mm. Nascono in Russia nelle vicinanze di Mosca e vengono prodotte dalle officina KMZ ((Krasnogorski Mekhanicheskii Zavod). Tra i modelli più noti si ricorda la FED che è una copia della Leica II a vite.


Helios-44 indica una serie di ottiche destinate alle reflex Zenit, nel tempo sono state realizzate svariate versioni, ognuna con delle piccole caratteristiche differenti che vanno dalla risolvenza, al trattamento antiriflesso delle lenti, allo sfocato più o meno vorticante.

Provando a semplificare la lettura della serie, si descrive in:
Helios 44X-N , dove X è l’attacco, quindi M per quelli a vite M42, K per la Pentax, Д per la Zenith D; mentre la N pare che sia la risoluzione ottica in ordine crescente (2-3-4...) dove il numero più alto ne indica una versione più risolvente. Lo schema ottico è composto di 6 elementi in 4 gruppi, offre un apertura da f2 sino a f22 con un diaframma con numero di lame variabili a seconda della serie, infatti si può passare dalle 6 alle 13 lame. La lunghezza focale è di 58mm con un angolo di campo di 40° circa e una distanza minima di MAF di 0.5m.

Immagine


La mia esperienza

Ricevuto il famoso adattatore, inizio a fotografare tutto ciò che mi capita con questa lente, la curiosità di capirne l’essenza mi ha portato per un certo periodo ad uscire solo ed esclusivamente con questa lente. Ricordo che quando il mio corredo era ancora acerbo (m4/3), avevo definito il 44M-4 come la mia ottica da ritratto. Ho ottenuto svariate foto importanti sotto questo profilo (che per la privacy non vi mostrerò), con una gestione furba dello sfocato e dei flare. Queste ottiche soffrono facilmente delle luci laterali, i trattamenti multicoating non sono sicuramente all’altezza degli obiettivi odierni, quindi non avendo un paraluce, spesso utilizzavo la mano sopra la lente oppure lasciavo che il flare invadesse la scena creando effetti veramente particolari (tipo fasci di luce) senza compromettere la foto. Sì, ma cosa mi ha portato ad acquistare un secondo Helios?

Il 44M-4 è una lente abbastanza nitida, ma dello sfocato vorticante vidi ben poco. Parlando con un amico, scopro che la sua versione “44M” aveva una facilità superiore nello swirly bokeh, così mi misi alla caccia di questo esemplare, e dopo qualche tempo un secondo helios faceva parte del mio corredo. Messi fianco a fianco (fotograficamente), il 44M risulta meno nitido del 44M-4, in compenso lo sfocato vorticante è più presente, ma non all’altezza di ciò che vidi sul Web. Iniziano così le mie prove alla ricerca dell’errore, ero sicuro che bisognava solo scoprire i fattori che scatenassero quest’effetto, così dopo una giornata di prove giungo alla tecnica ideale.

Lo swirly bokeh trova terreno fertile nel momento in cui si lavora a diaframmi compresi tra f2 e f3.5, il soggetto principale, quello a fuoco, deve distare circa un paio di metri dalla lente e deve avere un background di almeno il doppio della distanza quindi 4mt. Da evitare assolutamente sfondi con figure geometriche regolari, infatti gli effetti più importanti li ho visti con fronde di alberi, fogliame soprattutto se illuminati in modo random dal sole, quindi con fogliame esposto e altro non al sole. Questa proporzione la trovo ideale soprattutto nei ritratti, con i fiori si possono accorciare le distanza con il soggetto, ma lo sfondo vorticante deve essere ancora più distante. In compenso, se lo sfondo non gira nello sfocato, la foto mostra comunque uno sfocato interessante come se fossero delle pennellate di un pittore.

Inizio con qualche scatto d’archivio e qualche scatto realizzato ieri per rispolverare le lenti

44M-4
Immagine

Immagine

...e queste di sotto il 44M in bn
P5090020-bn.jpg

P5090017-bn crop 100%.jpg


Qui un po' di swirly test con entrambe le ottiche
44m con PP.jpg

P1010186-2.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
pozz82
Mod
Messaggi: 3445
Iscritto il: 16 aprile 2014, 22:54
Sistema: MicroFourThirds
Portfolio fotografico: https://flickr.com/pozz82
Località: Delta del Po
Contatta: Twitter

Re: Zenith Helios 44 series

10 maggio 2015, 11:26

Io ho il 44-2 che ho usato in primis su corpo Konica tramite adattore. Non l'ho usato molto a causa della lentezza operativa: ha una ghiera per mettere a fuoco a TA e una per chiudere i diaframmi, più quella di MAF che tra l'altro è parecchio lunga come corsa. A pellicola credo di averci fatto un solo rullino ma con discreti risultati a parte la già citata lentezza operativa

Immagine
Palazzo Massimo, Niobide by antonio, su Flickr

Immagine
Palazzo Massimo, Maschera by antonio, su Flickr

Su m4/3 ho fatto qualche prova, ma anche qui senza grosso impegno. La ricerca di quello sfocato particolare di cui parli non mi ha mai particolarmente interessato, piuttosto mi piace di più la resa non moderna che può restituire.

Immagine
Fragile... by antonio, su Flickr

Immagine
Ruggine, terra e alberi by antonio, su Flickr
Antonio

Avatar utente
pozz82
Mod
Messaggi: 3445
Iscritto il: 16 aprile 2014, 22:54
Sistema: MicroFourThirds
Portfolio fotografico: https://flickr.com/pozz82
Località: Delta del Po
Contatta: Twitter

Re: Zenit Helios-44 series

10 maggio 2015, 11:37

Dall'archivio ho pescato queste foto che allego.
Purtroppo non ricordo le aperture usate. Mauro mi dirà se la versione che ho io non ha speranze di "swirlare" :D
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Antonio

Avatar utente
Huntersub84
Advanced Member
Messaggi: 4241
Iscritto il: 14 aprile 2014, 14:36
Sistema: MicroFourThirds
Portfolio fotografico: http://500px.com/Mauro_P
Contatta: Google+

Re: Zenit Helios-44 series

10 maggio 2015, 11:43

Le speranze di swirlare le hanno praticamente tutte gli Helios per lo schema ottico, il trick è sempre il solito, ovvio che con soggetto e sfondo ravvicinati, il carattere della lente si ammorbidisce ;) Poi quando le condizioni lo permettono, lo sfocato è sempre particolare su queste lenti riuscendo così a separare in modo incisivo il soggetto dallo sfondo.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Mauro

Avatar utente
Huntersub84
Advanced Member
Messaggi: 4241
Iscritto il: 14 aprile 2014, 14:36
Sistema: MicroFourThirds
Portfolio fotografico: http://500px.com/Mauro_P
Contatta: Google+

Re: Zenit Helios-44 series

10 maggio 2015, 11:54

Per far capire le dimensioni fisiche l'ho affiancato privo d'adattatore al PanaLeica Summilux 25/1,4.
E successivamente una foto montato su Olympus OM-D E-M1.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Mauro

Avatar utente
SP3661
Mod
Messaggi: 2545
Iscritto il: 9 aprile 2014, 17:30
Sistema: Fujifilm X

Re: Zenit Helios-44 series

10 maggio 2015, 12:11

Un paio di anni fa mi ero interessato a questo Helios-44 da 58mm, che se ricordo bene è noto anche come Soviet Biotar (perché è la copia sovietica del Biotar di Zeiss; c'è tutto il discorso dello smantellamento industriale post- bellico della Germania Est ecc.). Della serie Helios-44 ricordo di aver puntato il 44-3 (prodotto solo dalla MMZ, non dalla KMZ) perché si diceva che sintetizzasse le migliori caratteristiche ottico-fisiche di tutta la famiglia*. Avevo anche preso l'adattatore M42>m4/3. Poi non se n'è fatto nulla. Ricordo che mi aveva dissuaso il discorso relativo alla sample variation (vedi il topic Sample variation. Stesso obiettivo, prestazioni diverse) che a quanto pare affligge seriamente questo genere di obiettivi russi, il fatto cioè che dello stesso obiettivo puoi beccare l'esemplare dalla resa ottica eccellente e quello "bacato". Il discorso è che del 44-3 MC, ma credo che sia così per tutti gli Helios e per tutti i "russi", la gente compra un lotto di 4-5 obiettivi, tiene quello che si comporta meglio e rimette sul mercato gli altri. Questo questione di dover "setacciare" mi ha dissuaso e ho continuato a investire unicamente sulla baionetta SR di Minolta. Ricordo anche un'altra incognita legata al 44-3, quella relativa alla flangia troppo esposta negli esemplari di una particolare partita di obiettivi (che era difficile isolare dal numero di serie). Insomma, alla fine ho accantonato la cosa anche perché il suo caratteristico swirly bokeh, che Mauro ha ben evidenziato, non è proprio nelle mie corde e quel vorticare mi trasmette anzi una senso di ansia.

__________

* in un recente topic sul forum degli utenti Pentax si parla del 44-3 come del "segreto meglio conservato".


Avatar utente
Huntersub84
Advanced Member
Messaggi: 4241
Iscritto il: 14 aprile 2014, 14:36
Sistema: MicroFourThirds
Portfolio fotografico: http://500px.com/Mauro_P
Contatta: Google+

Re: Zenit Helios-44 series

13 maggio 2015, 15:12

Un incontro fortunato in questa tarda primavera, dovrebbe essere un f4, ISO200, 1/1600, serie 44M. Si tratta praticamente di un Jpeg diretto con solo il WB compensato e un filo di regolazioni sull'istogramma quindi riportando contrasto con il punto di nero. Foto allegata.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Mauro

Avatar utente
SP3661
Mod
Messaggi: 2545
Iscritto il: 9 aprile 2014, 17:30
Sistema: Fujifilm X

Re: Zenit Helios-44 series

13 maggio 2015, 15:30

Huntersub84 ha scritto:Un incontro fortunato in questa tarda primavera...

Ottima cattura. Per quanto riguarda invece lo sfocato (non di questa foto ma di certe altre postate prima e/o altrove) si vede a mio parere la "parentela" con lo Zeiss Biotar, ci sono le classiche "bolle" di forma sferica.

Avatar utente
pozz82
Mod
Messaggi: 3445
Iscritto il: 16 aprile 2014, 22:54
Sistema: MicroFourThirds
Portfolio fotografico: https://flickr.com/pozz82
Località: Delta del Po
Contatta: Twitter

Re: Zenit Helios-44 series

13 maggio 2015, 15:34

Beccare la MAF corretta su un insetto così piccolo non è facile! Come ti sei "mosso"?
Antonio

Avatar utente
Huntersub84
Advanced Member
Messaggi: 4241
Iscritto il: 14 aprile 2014, 14:36
Sistema: MicroFourThirds
Portfolio fotografico: http://500px.com/Mauro_P
Contatta: Google+

Re: Zenit Helios-44 series

13 maggio 2015, 15:40

Lo sfocato è cangiante, ci sono delle situazioni in cui sembra uscito da Van Gogh, altre in cui è creamy che si potrebbe mimetizzare con le classiche lenti, in altre situazioni crea le sfere geometriche in modo perfetto, insomma, a seconda del background, del diaframma, del riflesso della luce, si possono realizzare foto completamente differenti.

pozz82 ha scritto:Beccare la MAF corretta su un insetto così piccolo non è facile! Come ti sei "mosso"?

Con gli altri corpi macchina ho sempre avuto svariati problemi con la MAF, il mirino elettronico per quanto buono, non è come lo specchio delle vecchie reflex a pellicola. Prima gli scatti li facevo o ad occhio, oppure sfruttando l'ingrandimento..una cosa devastante perché come puoi immaginare, un filo di vento e il fiore si muove e a diaframmi così aperti è un attimo andare fuori fuoco.

Il trucco sta nell'utilizzo del focus peaking* con la OM-D E-M1, imposto un punto di MAF "spannometrico" più o meno buono, (già con il focus peaking attivato), poi mi muovo avanti e indietro con il tronco del corpo e non appena vedo che le righe bianche avvolgono il soggetto, scatto con zero lag, ottenendo quindi foto più precise rispetto a un AF.


Torna a “Manual Focus Lenses”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite