Avatar utente
McNex
Contributing Member
Messaggi: 862
Iscritto il: 24 febbraio 2017, 14:08
Sistema: Sony Alpha (E-Mount)
Località: Pescara

Re: Il FOVEON, questo sconosciuto...

2 luglio 2018, 11:18

xilef ha scritto:Sviluppare bene, non so se è una questione di inizi o meno, penso più che sia una questione di atteggiamento. C'è chi si mette davanti al PC, con calma e pazienza e cerca di tirare fuori il massimo dal file, chi non ce la fa, si spazientisce e passa ad altro.

Da insegnante, vedo studenti che sono dotati, ma non gli interessa approfondire, dimostrare un teorema, andare a fondo di una certo argomento, quando arriva alla superficie e gli basta per andare avanti si accontenta. Ci sono altri che invece si mettono lì come formichine e macinano piano piano cercando di non dar per scontato niente.


Più che altro, quando faccio provare la mia sd Quattro agli amici, noto il più delle volte il rifiuto istantaneo: la prendono in mano, l'accendono, puntano il mio viso per provare a fare qualche scatto come avrebbero fatto con qualsiasi altra fotocamera, ma la Sigma ci mette tempo e non scatta o, se lo fa, la foto è di sicuro fuori fuoco. Scuotono la testa e me la ridanno, dicendo che non fa assolutamente per loro. Non ci provano neanche per un minuto.

E' questo il primo grande scoglio da superare con le Sigma: tornare ad lavorare con lentezza e pensare a velocità doppia.
Rino

Life is too short to be afraid
Sony A, Sony E, Sigma Foveon

Avatar utente
Excel
Member
Messaggi: 352
Iscritto il: 14 aprile 2015, 16:02
Sistema: CSC di vari sistemi
Portfolio fotografico: www.moroph.eu

Re: Il FOVEON, questo sconosciuto...

2 luglio 2018, 11:44

McNex ha scritto:Più che altro, quando faccio provare la mia sd Quattro agli amici, noto il più delle volte il rifiuto istantaneo: la prendono in mano, l'accendono, puntano il mio viso per provare a fare qualche scatto come avrebbero fatto con qualsiasi altra fotocamera, ma la Sigma ci mette tempo e non scatta o, se lo fa, la foto è di sicuro fuori fuoco. Scuotono la testa e me la ridanno, dicendo che non fa assolutamente per loro. Non ci provano neanche per un minuto.

E' questo il primo grande scoglio da superare con le Sigma: tornare ad lavorare con lentezza e pensare a velocità doppia.


3 anni fa mi fecero provare la Sigma dp2 M, era lentissima e l'AF gracchiava, il display serviva a malapena ad inquadrare, ma nonostante tutto, presi il file e me lo portai a casa.... poco dopo ero al negozio di fotografia più fornito di Amburgo per comprarne una :-)

Se il rifiuto arriva alla velocità operativa, significa che per il loro tipo di fotografia non possono fare a meno dell'immediatezza dei moderni corpi bayer, poco male.

La mia "paura", è che Sigma nel corso dei prossimi anni, per accontentare il fotografo medio, incominci a creare foveon che siano dei compromessi, in modo da soddisfare la fame di velocità, ISO e risoluzione, ma a discapito dei capisaldi delle qualità Foveon: Microcontrasto, passaggi tonali e cromatici. perché una cosa è sicura, la coperta è corta e non è ingegneristica-mente/economicamente possibile coniugare queste due esigenze agli antipodi.
FOVEON: Sigma SD1 Merrill | Sigma 18-35 f1.8 ART + Sigma 24-105 f4 ART - Sigma dp1x
Ricoh GR II | GW-3 21mm f2.8
Esposimentro: Gossen Digisky
Treppiede: Gitzo GK1580TQD4

Tino84
Contributing Member
Messaggi: 1015
Iscritto il: 31 ottobre 2014, 12:45
Sistema: MicroFourThirds
Portfolio fotografico: http://dayviews.com/tino84/

Re: Il FOVEON, questo sconosciuto...

2 luglio 2018, 16:43

xilef ha scritto:Ciao Tino,

Avendo avuto dp1x, dp2x e sd15, posso dirti alcune cose.

Io personalmente però sono attirato più dall'ergonomia complessiva e dai colori delle nuove dp quattro.


Ah, non sapevo avevi avuto anche la sd15, ero rimasto alle 2 dp; ottimo, così mi hai tolto anche qualche dubbio sulle sd :-)

La dp1 l’ho avuta anche io, e visti i risultati in termini di colori, la lentezza passava in secondo piano.
Quello che non ho digerito per cui l’ho data via molto presto è stato proprio il corpo: scomodo -per me-, schermo inusabile, e ovviamente, ma su questo avevo soprasseduto, l’assenza di un mirino decente (non pensavo l’lcd sarebbe stato così poco nitido e visibile).
Però passare ad una sd mi ha sempre bloccato peso e dimensioni; la dp4 anche a me piace molto come linea, ma il mirino manca sempre. Tu dici “passa alla sd quattro”, però è una spesa da considerare a quel punto. Un po’ il cane che si morde la coda come i diceva prima: spendi poco per provare il sensore, hai corpi castranti, spendi di più per un corpo più performante, e ti allontani dall’idea di spendere poco per provare :-P

Avatar utente
McNex
Contributing Member
Messaggi: 862
Iscritto il: 24 febbraio 2017, 14:08
Sistema: Sony Alpha (E-Mount)
Località: Pescara

Re: Il FOVEON, questo sconosciuto...

2 luglio 2018, 20:12

Excel ha scritto:La mia "paura", è che Sigma nel corso dei prossimi anni, per accontentare il fotografo medio, incominci a creare foveon che siano dei compromessi, in modo da soddisfare la fame di velocità, ISO e risoluzione, ma a discapito dei capisaldi delle qualità Foveon: Microcontrasto, passaggi tonali e cromatici. perché una cosa è sicura, la coperta è corta e non è ingegneristica-mente/economicamente possibile coniugare queste due esigenze agli antipodi.


E' il timore di molti, anche mio, ma spero che gli sviluppi della tecnologia permettano di "allungare la coperta" senza dover rinunciare alle altre caratteristiche.
Rino

Life is too short to be afraid
Sony A, Sony E, Sigma Foveon

Avatar utente
xilef
Contributing Member
Messaggi: 1416
Iscritto il: 29 aprile 2014, 15:57
Sistema: MicroFourThirds

Re: Il FOVEON, questo sconosciuto...

3 luglio 2018, 20:34

Tino84 ha scritto:Ah, non sapevo avevi avuto anche la sd15, ero rimasto alle 2 dp; ottimo, così mi hai tolto anche qualche dubbio sulle sd :-)

La dp1 l’ho avuta anche io, e visti i risultati in termini di colori, la lentezza passava in secondo piano.
Quello che non ho digerito per cui l’ho data via molto presto è stato proprio il corpo: scomodo -per me-, schermo inusabile, e ovviamente, ma su questo avevo soprasseduto, l’assenza di un mirino decente (non pensavo l’lcd sarebbe stato così poco nitido e visibile).
Però passare ad una sd mi ha sempre bloccato peso e dimensioni; la dp4 anche a me piace molto come linea, ma il mirino manca sempre. Tu dici “passa alla sd quattro”, però è una spesa da considerare a quel punto. Un po’ il cane che si morde la coda come i diceva prima: spendi poco per provare il sensore, hai corpi castranti, spendi di più per un corpo più performante, e ti allontani dall’idea di spendere poco per provare :-P

Dato atto che mi rendo sempre più conto che per me il fattore portabilità è importante, la SD15 è stato un tentativo che mi ha aiutato a capire meglio quello che voglio realmente.
Una dp2 x/m/q la riprenderei sinceramente, però la fatica col display è stata tanta. Mi toglieva il gusto di fotografare. Non riuscire a valutare se la foto che stai facendo è a fuoco, dove cade il fuoco, se sei in bolla, .... è un po' frustrante nel 2018. Perché la Sigma produce un oggetto con un tale potenziale e con tali limiti, non insiti nella tecnologia necessaria a realizzare l'oggetto stesso?
Perciò dovessi riprendere una dp2 (la focale più adatta a me) la riprenderei dotandola di un mirino, o Galileiano o quelli da applicare al display.
Il sistema ad ottiche intercambiabili non so, la SD15, mi ha aiutato a capire che non mi interessa, almeno al momento.
Olympus E-M10 mkI, Panasonic GH1, Panasonic GX7, Lumix 7-14, Leica 25mm, Sigma 60mm, Lumix 45-175

Se adopera spesso l'Anello per rendersi invisibile, sbiadisce: infine diventa permanentemente invisibile
e cammina nel crepuscolo sorvegliato dall'oscuro potere che governa gli Anelli. (J.R.R. Tolkien)

Torna a “Consigli per gli acquisti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite